Come creare uno spazio di lavoro nella propria casa

come_creare_spazio_lavoro

Oggi la casa non diventa solo il luogo adibito all’intimità, al relax e al riposo: con il boom dello smart working e delle professioni in remoto, l’abitazione diventa una sorta di secondo luogo di lavoro. Non a caso, sono in tanti coloro che sentono la necessità di creare un proprio angolo da adibire ad ufficio: un angolo anche piccolo, ma comunque abbastanza “smart” da poter essere considerato idoneo per svolgere la propria professione. A dispetto di quanto si possa pensare, non è affatto un compito facile: ecco perché oggi vi spiegheremo come creare uno spazio di lavoro nella vostra casa.

Ufficio in casa: arredare lo spazio in modo funzionale

È possibile creare il proprio angolo-ufficio riciclando l’arredo e i mobili già presenti in casa, ma non è la scelta migliore: così facendo, infatti, il mobilio non sarà mai adeguato alla professione svolta, dunque mancherà di funzionalità. La scelta della scrivania, ad esempio, cambia molto in base alla tipologia di lavoro: un disegnatore avrà bisogno di un tavolo molto diverso da quello usato da un professionista che lavora al PC. Scegliere i mobili adatti è dunque importantissimo e oggi, grazie a internet, non è neanche necessario girare per negozi. Infatti ci sono tantissimi mobili in vendita online, su siti come ad esempio Duzzle. In questo modo, trovare l’arredamento più in linea con il proprio stile (e professione!) sarà un gioco da ragazzi.

Favorire la concentrazione per essere produttivi

Chi lavora a casa sa quanto sia complicato gestire i rumori circostanti, mantenendo al top la concentrazione. Esiste comunque una soluzione funzionale ma anche di design: l’installazione di pareti in vetro, che attenueranno i rumori molesti senza privare l’angolo della sua luce naturale. Inoltre, queste pareti contribuiranno a separare questo spazio dal resto della casa: una componente psicologica importante, per mantenere la concentrazione ed essere produttivi immaginando di frequentare un vero ufficio.

Uno spazio di lavoro per due: perché farlo?

Se le dimensioni lo consentono, è sempre meglio prevedere uno spazio di lavoro attrezzato per due persone. È una soluzione molto intelligente, che si rivela quasi necessaria in due condizioni: se avete dei figli, e se avete un coniuge che lavora anch’esso da casa. Quando il bimbo ha bisogno di aiuto per i compiti, potrete ospitarlo nel vostro “ufficio”: sarà un modo per passare del tempo insieme, ma senza distrarvi troppo dal lavoro. Solo fate attenzione alle regole: trattandosi pur sempre di un ufficio, dovrà regnare il silenzio ed il rispetto reciproco.

Aggiungere un tocco personale

Casa o non casa, non importa: un tocco personale è sempre richiesto per rendere l’ufficio uno spazio che sia vivibile con maggiore piacere e sentimento. Qui le occasioni per aggiungere questo tocco sono davvero tante: una piantina è letteralmente un evergreen, così come i quadretti e le foto di famiglia. Persino la scelta dei colori dell’arredo può diventare un mezzo per personalizzare l’ufficio.

come-creare-uno-spazio-di-lavoro-a-casa

Cosa ne pensi di questi consigli?

Hai creato uno spazio di lavoro a casa tua? Raccontami com’è nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *