5 consigli per fare una buona prima impressione

5-consigli-per-fare-una-buona-prima-impressione

Niente è meglio che essere se stessi, ma ecco 5 consigli per fare una buona prima impressione.

Perché, quando la posta in gioco è alta, come un colloquio di lavoro o l’incontro con un nuovo brand, è importate essere preparati: la prima impressione conta. Qui di seguito un paio di trucchi psicologici da annotarsi, senza mai dimenticare di sorridere e rendersi disponibili.

1. Fai complimenti alle persone

La persone tendono ad associare gli aggettivi che usi per descrivere le altre persone per delineare la tua personalità. Se dirai parole positive verso qualcuno, il feeling sarà altrettanto positivo sia nei tuoi confronti che in quelli dell’altra persona. Al contrario, probabilmente ci avrai fatto caso, se una persona “spettegola” su qualcun altro, l’ascoltatore penserà altrettanto male. Ricorda, sei tu che decidi da chi circondarti.

2. Fai delle ricerche

Vieni a conoscenza dell’oggetto o della persona a cui sei interessato, per quanto possibile, prima possibile (un po’ di ricerca tra le prime pagine di Google o su Facebook) sarà sufficiente. In questo modo sarai a conoscenza dei suoi interessi e delle sue caratteristiche. Avrai più argomenti di conversazione e la conversazione fluirà in modo naturale, senza silenzi imbarazzanti. Questo consiglio vale anche se stai cercando lavoro, uno dei trucchi per fare una buona impressione è dimostrarsi già con un’ampia conoscenza della società, della posizione e delle competenze.

5-consigli-per-fare-una-buona-prima-impressione

3. Leggi il linguaggio del corpo

Quando parli con qualcuno, prova a copiare il suo linguaggio del corpo, sia nei gesti che nelle espressioni facciali. Questa strategia si chiama “mirroring” e coinvolge sottilmente imitando il comportamento dell’altra persona. In un esperimento di ricerca, i partecipanti sono stati più propensi a gradire il loro partner quando aveva imitato il loro comportamento!

4. Conosci i tuoi valori

Sottolinea i tuoi punti di forza, facendo attenzione a non sembrare vanitoso, se questi saranno simili al tuo interlocutore si andrà a creare un terreno comune. Questo è noto come l’effetto similarità-attrazione e è l’idea che siamo attratti dalle persone simili a noi stessi.

5. Condividi le tue antipatie

Può suonare strano (e a tratti rischioso), ma se fatto con attenzione può portare dei benefici: sottolinea le antipatie condivise tra te e l’interlocutore. Questo può contribuire a fare una buona impressione.

 

Hai altri consigli utili? Scrivimi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *